Archivi categoria: Fall

Semi di zucca arrosto nella zucca

L`autunno è arrivato col suo carico di maglioncini pesanti, ombrelli preventivamente messi in borsa, tè fumanti e colori meravigliosi.

Foglie che cadono in danze casuali, melegrane e pere, uva e mosto, castagne e olive mature da raccogliere e portare al mulino, zucche gialle, come si dice qui da noi.

Noi non le mangiavamo le zucche gialle. Niente tortelli, niente amaretti, niente di niente. Noi le ignoravamo, le zucche gialle.

Graziano, il nostro vicino, era l`unico ad usarle, le decorava per la notte di Halloween e mettendoci dentro una candela accesa le lasciava brillare nella notte buia.

A me la zucca gialla piace un sacco, con quella sua consistenza farinosa e multitalento. Mi piace con l`arrosto della domenica, insieme alle patate e altre verdure, mi piace come ripieno di ravioli (senza amaretti, per carità), come soufflè, mi piace come zuppa, accompagnata dai semi arrostiti al forno, conditi con sale e il nostro olio extra vergine d`oliva BIO.

Per la zuppa coi suoi semi arrostiti:

prendere una zucca Hokkaido, sbucciarla (io la sbuccio!), tagliarla a pezzettini, da mettere a cuocere per circa 45 minuti in abbondante acqua. Controllarne la cottura, condire con sale e frullare.

Mentre la zucca bolle, prenderne i semi e separarli dai filamenti e dalla polpa, lavandoli a lungo sotto l`acqua corrente.

Condirli con sale e abbondante nostro olio extra vergine d`oliva BIO, mettere su una teglia e far cuocere in forno a 200° per circa 15 minuti, o fino a che si sentono degli incredibili e divertenti scoppiettii, che riportano indientro all`infanzia.

Mangiare i semi caldi e/o come condimento della zuppa di zucca insieme ad un filino del nostro olio extra vergine d`oliva BIO o a un pizzico di noce moscata.

Buon appetito

p59

Lenticchie di Castelluccio di Norcia in insalata tiepida

Per ricordarci e ricordare ma anche per cercare di allontanare le ansie, almeno per qualche minuto, ho preparato una Continua la lettura di Lenticchie di Castelluccio di Norcia in insalata tiepida

Stiamo raccogliendo l`oliva..

Foto: L.M.

Abbiamo iniziato a raccogliere le nostre olive.

E ‘molto bello essere in campo, in mezzo degli ulivi; nessun rumore, solo i suoni di rami e foglie; il profumo intenso della terra.

Ci si sente profondamente in contatto con la natura, un piccolo pezzo di meraviglia.

Presto sarà pronta anche la nostra piccola-grande meraviglia, il nostro olio extra vergine di oliva con la certificazione BIO !!

p59

Patè rivisto con mele secche di nonna Pasqua

Parlando con mio padre e mia madre delle prugne secche è tornato alla memoria di zia Alba che nonna Pasqua portava sempre in tasca una manciata di mele secche, che si seccava da sola.

È bella quest`immagine che si è creata nella mia mente, di nonna che si ferma a riposare per un attimo, forse all`ombra di un albero,  si  mette le mani in tasca, prende un paio di fettine di mele secche e svelta se le mette in bocca. Mi fa tenerezza a pensarci, anche se io non gliel`ho mai visto fare.

E quindi ho provato anche ad  essiccare le mele, sempre seguendo un pò il libro“Extra dry” di Sabine Hans, di cui ho già parlato qui e qui.

Le profumatissime rotelle col buco, che sono risultate dall`essiccazione, sono state oggetto di continue razzie del piccolo F., che ne è diventato davvero ghiotto. Quelle rimaste le ho utilizzate per un piccolo, goloso Continua la lettura di Patè rivisto con mele secche di nonna Pasqua

Arrosto della domenica

Nel libro di Jamie Oliver “Il mio giro d`Italia”, del 2005, tra le altre cose sta scritto che qualche volta alcuni italiani in fatto di cucina e tradizioni culinarie sono un pò poco flessibili.

È vero, lo ammetto, anche io, anche noi qualche volta lo siamo 😉

Ci sono cose che si sono sempre cucinate allo stesso modo da sempre e non ci sembra proprio necessario fare modifiche, cambiare gli ingredienti, aggiungere cose. Perchè farlo, se siamo soddisfatti così? Per esempio, ad accompagnare il pollo della domenica, ci sono sempre e solo patate arrosto.

Provando a ribaltare gli stereotipi, al pollo della domenica abbiamo accompagnato non solo patate arrosto, ma anche rape rosse, mele, zucca gialla e scorzonera, una specie di carota dalla buccia nera e dalla carne bianca candida.

Il risultato, condito solo con il nostro olio extra vergine d`oliva e sale e pepe, è un mix di colori e sapori autunnali bello da vedere e buono da mangiare.

E a proposito del nostro olio, stiamo raccogliendo le olive e presto sarà pronto il nostro OLIO NUOVO!

dsc_1220

p59