Archivi categoria: Almonds

Letterine per Babbo Natale

Per il giorno di S. Nicolò, che è il patrono del nostro piccolo mondo, e che nei paesi del nord Europa è, in alcuni casi, latore dei regali, in altri, di cioccolate messe negli stivali, lasciati appositamente fuori dalla porta di casa (dopo averli puliti bene, ehhh), abbiamo fatto dei biscottini deliziosi e profumati.

Ma non dei biscottini qualunque, assolutamente no. Dei biscottini a forma di letterina, fatti con farina del nostro farro BIO, ripieni di buoni propositi, di richieste e di marmellata di pere-cotogne (naturalmente dei nostri alberi) e delle nostre noci, nocciole e mandorle.

L`idea l`abbiamo presa dal librino delizioso, “Profumo di biscotti”, di Rossella di Vaniglia-storie di cucina, modificando un pò il contenuto, ma non la forma 😉

La ricetta per la pasta frolla che abbiamo usato è quella di zio Nardo, sostituendo ai 2/3 della farina normale, quella ottenuta macinando il nostro farro BIO.

2 uova (di cui 1 intero e 1 tuorlo)

150 g zucchero

100 g burro a tocchetti

150 g farina di farro e 50 g farina bianca

buccia grattugiata di mezzo limone (solo se bio, altrimenti poche gocce di succo)

1 bustina di zucchero vanigliato

1/2 cucchiaino di lievito per dolci

marmellata di pere cotogne

mandorle, noci e nocciole tagliate a pezzettini

Mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta compatta e un pò appiccicosa (aggiustare eventualmente di farina), avvolgere la pasta in un film per alimenti e mettere in frigo per almeno un`ora.

Stendere la pasta fino a circa 1/2 centimetro di spessore, tagliare dei quadrati di circa 10 cm di lato, da dividere in due triangoli.  Mescolare 2 cucchiai di marmellata con circa 3 di frutta secca. Mettere un cucchiaino scarso di marmellata e frutta su ogni triangolino di pasta frolla a metà del lato lungo. Richiudere i due angoli di pasta sopra la marmellata, a formare una letterina aperta.

Infornare a 150° per circa 10 minuti (controllare la cottura!).

Lasciar raffreddare e gustare, pensando ai regali di Natale 😉

p59

Barrette alla granola per il trekking

Ho appena letto nel sito di TheWeek.co.uk (qui) che l`Umbria è stata definita una delle migliori mete del mondo per il trekking: fantastico!

Via dalla pazza folla di luoghi più affollati e conosciuti, si va ‘con stile e in pace’ a far trekking in Umbria, scrivono nell`articolo, senza però dare indicazioni e info su sentieri e percorsi. Allora ne suggerisco io uno, personalmente sperimentato  qualche tempo fa: il sentiero delle 5 torri, che partendo da Cesi, arriva a Sant`Erasmo con la vista fantastica sulla valle di Terni e al monte Torre Maggiore con i resti del santuario protostorico. Informazioni dettagliate sul percorso sono qui e qui e su Torre Maggiore sono qui e qui.

Per fare trekking c`e`bisogno di  energie e calorie e allora ecco qua una ricetta per delle barrette di granola ai semi e cereali, fatte anche col nostro farro bio soffiato.

Far sciogliere a fuoco moderato 2 cucchiai di miele, 20 grammi di burro, un pezzo di cioccolato fondente e uno di cioccolato al latte (residui delle uova di Pasqua). Aggiungere 3 cucchiai di farro soffiato (fatto col nostro farro BIO secondo la ricetta che si trova qui), 3 cucchiai di cereali e semi misti, 2 cucchiai di noci, nocciole e mandorle tritate. Mescolare bene e versare l`impasto in un contenitore, possibilmente rettangolare coperto con carta forno. Comprimere e livellare bene l`impasto e far cuocere in forno caldo per 10 minuti. Lasciar raffreddare completamente e poi mettere in frigo. Un`ora prima della partenza per il trekking, togliere l`impasto dal contenitore facendo attenzione a non romperlo, tagliarlo in barrette da incartare con carta forno o carta oliata e metterle in congelatore. Gustarle poi durante una pausa insieme a della frutta fresca.

Buona passeggiata in Umbria, una delle migliori mete del mondo per il trekking!

p59

Pesto di fave e pancarrè al farro

Con le fave di zia Alba abbiamo preparato un pesto veloce.

Dopo aver lessato e sbucciato le fave, le abbiamo frullate con le nostre mandorle spellate, un pezzetto di parmigiano, sale, pepe e il nostro olio extra vergine d`oliva BIO.

Spalmato sul pane al nostro farro bio o con la pasta è veramente buonissimo!

p59

Pane alle mandorle e carote con farina di farro

Zia Alba, quando fa il pane, prepara sempre anche dei buonissimi panini con le nocciole (di cui ho già scritto storia e ricetta qui).

A noi piace sperimentare e quindi oggi per la colazione domenicale abbiamo preparato il pane alle mandorle e carote, con la farina del nostro farro BIO.

L`ispirazione ci viene dal pane omonimo della panetteria Tolkötter di Münster in Germania, proprio buono, e la ricetta è mediata da una alle nocciole trovata nel sito di Frau Herzblut qui.

Ingredienti:

100 g di mandorle sbucciate (farle bollire velocemente in acqua bollente, scolarle, togliere la buccia, asciugarle) e brevemente tostate in una padella antiaderente calda senza olio.

100 g di carote sbucciate, tagliate in piccoli pezzi (pochi millimetri) e bollite in acqua salata

20 g di lievito di birra

300 g di farina del nostro farro BIO

120 g farina bianca

300 ml acqua tiepida

sale, se piace, a piacere

Procedimento:

Far sciogliere il lievito nell`acqua tiepida e mecolarlo con le due farine, fino a far diventare l`impasto una palla un pò appiccicosa (aggiungere altra farina se necessario).

Aggiungere le carote a pezzettini ben scolate e 80 g di mandorle intere tostate e impastare bene.

Mettere l`impasto in una ciotola grande, coprirlo con un canovaccio da cucina o con un foglio di pellicola e lasciar riposare (io l`ho messo nel forno spento, che avevo fatto prima scaldare a circa 30° per qualche minuto) per circa due ore (l`impasto deve raddoppiare).

Lavorare poi l`impasto per alcuni minuti e metterlo poi in una forma (per esempio da quattro-quarti) oppure lasciarlo libero a pagnottella e far riposare per circa un`ora.

Nel frattempo tagliare i restanti 20 g di mandorle in pezzettini piccoli.

Bagnare la superficie del pane con un pennello intinto nell`acqua e distribuire sopra i pezzettini di mandorle (spingerli un pò per farli penetrare nella superficie del pane).

Mettere in forno e far cuocere per circa 40 minuti a 180°.

buon appetito

p59

Farro soffiato BIO per una colazione DETOX

Oggi comincia la Quaresima. Basta con le mani sporche di fritto e zucchero, si comincia a tenere sotto controllo calorie e impulsi 😉

Per questo oggi abbiamo iniziato la giornata con una colazione DETOX, fatta con yogurt magro, miele del nostro vicino Bernardino, della cooperativa ternana apicoltori, le nostre noci, mandorle e nocciole e con il  nostro farro BIO soffiato, a casa, con l`aiuto del nostro olio extra vergine di oliva BIO!!

(Per la ricetta vedere qui).

Fantastica e buonissima per iniziare con piacere questo nuovo periodo dell`anno!!

p59

Cesto di Pasqua

La Pasqua si avvicina e noi di podere1959 abbiamo preparato un cesto pieno dei nostri prodotti.

Olio di oliva extra vergine, farro, noci, nocciole e mandorle con guscio.

Le quantità e le tipologie sono variabili e personalizzabili, possiamo aggiungere i ceci, togliere le nocciole, inserire un furoshiki, mettere una pietra.

Ricette e suggerimenti per la cucina arriveranno presto in un librino prenotabile e acquistabile qui, per trascorrere insieme serene giornate primaverili.

Suggerimenti su dove trascorrere i vostri giorni di Pasqua in Umbria, fare picnic coi nostri prodotti e rilassarsi siamo sempre disponibili a darne: scriveteci qui sotto o contattateci qui.